Show social sharing options
Hide social sharing options

La storia di ESBE

2020-10-05

Quando l'industriale svedese Johan August Skogsfors fondò ESBE nel 1906, non si limitò a dare vita a un’azienda. Ad esempio, fece in modo che gli abitanti della cittadina di Reftele - dove ancora oggi si trova l'ufficio centrale - ricevessero l’elettricità.

La sede di ESBE di trova nella città di Reftele, nello Småland. L'azienda è qui da più di 110 anni ed è gestita dalla quarta generazione di Skogsfors. Il fatto che noi di ESBE non abbiamo mai lasciato il luogo dove siamo nati, nel cuore della provincia dello Småland, è un segno della nostra dedizione alla produzione svedese in generale e alla nostra regione in particolare. 

It all started with agricultural tools.jpg

 

Tutto ebbe inizio dagli strumenti per l’agricoltura 

La storia di ESBE ebbe inizio nel 1906. A quel tempo, Johan August fondò la Skogsfors Bruk, nelle vicinanze alla stazione ferroviaria di Reftele. Poco lontano, costruì un impianto elettrico e il 19 novembre 1906, la fabbrica fu il primo edificio della cittadina a essere illuminato elettricamente! In seguito, la costruzione avanzò a ritmo serrato: segheria, fonderia, laboratori di forgiatura, assemblaggio meccanico, e verniciatura, oltre a una piccola fattoria per poter testare i prodotti sul terreno della fabbrica. Per citare lo stesso Johan August: “Nessuna nuova idea dovrebbe essere rilasciata sul mercato fino a quando non è stata testata sul suolo natale.”

Inizialmente, dall’officina uscivano strumenti per l’agricoltura, ma si arrivò a produrre anche ferri di cavallo e staffe che venivano esportati all’esercito imperiale russo, e cuscinetti a sfera in uno stabilimento dedicato.

Il riscaldamento centralizzato: un fattore di successo 

Johan August viaggiò in lungo e in largo per trovare ispirazione, interessandosi a molte cose oltre agli strumenti per l’agricoltura. Un passo cruciale nella storia di ESBE fu la progettazione e la costruzione di un piccolo sistema di riscaldamento centralizzato con radiatori collegati che Johan August installò nella sua casa. L'invenzione rese possibile la diffusione del calore in tutta la casa senza tenere acceso il fuoco in tutte le stufe dell’abitazione. Nel 1935, la prima valvola di miscelazione fu introdotta sul mercato, e il nome "Skogsfors Bruk" venne abbreviato in ESBE (S e B). Questa prima valvola miscelatrice era molto resistente e non venne dismessa fino al 1995 – dopo sessant'anni di utilizzo! Alla fine della Seconda guerra mondiale, si presentò la forte esigenza di migliorare l’edilizia residenziale in tutta Europa e la domanda per le valvole di miscelazione ESBE crebbe notevolmente. Tra il 1939 e il 1949, furono prodotte circa 40.000 valvole nello stabilimento di Reftele.

 

New products gave a leading position in the market.jpg

I nuovi prodotti ne fecero il leader del mercato  

Grazie a fruttuose collaborazioni e allo sviluppo di prodotti all’interno del nostro stabilimento, i miscelatori ESBE iniziarono a essere montati di serie su tante caldaie a olio in tutta Europa. Così tante che il fissaggio della valvola divenne il metro di misura e lo standard per questo settore. La valvola miscelatrice venne in seguito automatizzata, utilizzando un motore collegato a un termostato ambiente che regolava la temperatura. Secondo un nuovo standard edilizio svedese, limitare la temperatura dell'acqua del rubinetto avrebbe ridotto il rischio di ustioni domestiche. Le valvole di miscelazione termostatiche videro la luce, segnando l'inizio di una nuova gamma di prodotti ESBE. Seguirono altri nuovi prodotti e nel 1992, ESBE lanciò un attuatore chiamato M60. L'attuatore raggiunse il successo quando venne montato su una serie di valvole miscelatrici MG a risparmio energetico. Venne quindi immessa sul mercato una valvola miscelatrice motorizzata compatta, adatta alla maggior parte degli impianti di riscaldamento di piccole dimensioni. Con il lancio di questo prodotto, ESBE divenne uno dei principali produttori di dispositivi completi per il controllo degli attuatori. Questo ha determinato la crescita di ESBE. La filosofia aziendale di ESBE si basa sull’assistere i clienti per fornire ai proprietari di immobili di tutta Europa i prodotti più convenienti sul mercato dal punto di vista del risparmio delle risorse e soluzioni per la regolazione di riscaldamento e raffreddamento negli impianti idronici.

I dipendenti hanno un ruolo fondamentale per il successo 

Quando un'azienda con la storia di ESBE rimane nella regione d’origine, si formano legami personali. Molti dei dipendenti di ESBE, così come i proprietari, hanno lavorato a lungo presso l'azienda. Al fine di garantire che la proprietà rimanesse sia all’interno dell’azienda che della regione, ai dipendenti è stata offerta l'opportunità di acquistare azioni della società. Di conseguenza, il 20% dell'azienda è di proprietà dei dipendenti. Un lavoro di squadra che porta i suoi frutti e contribuisce alla creazione di una comunità molto unita. Attualmente ESBE ha all’attivo circa 200 dipendenti specializzati a tempo pieno in tutta Europa e il fatturato del Gruppo si avvicina ai 45 milioni di euro. I prodotti dell'azienda sono in vendita in più di 50 paesi. Il nostro slogan dice tutto: Soluzioni idroniche svedesi dal 1906.

Employees are a very important part of the success.jpg

 

Riquadro informativo Johan August Skogsfors 

Johan August Skogsfors.jpg

 

1880-1944 (64 anni).

Nato dal figlio di un contadino della famiglia Pettersson, si allontanò dalla campagna per seguire le sue grandi ambizioni e il suo intuito.
Famiglia: La moglie Julia e i loro undici figli

Fondò la Skogsfors Bruk (ESBE) nel 1906

 

Interessi:

Viaggi, automobili, lingue, giardinaggio, famiglia, umanesimo, religione, tecnologia e risoluzione dei problemi
Curiosità: 
Imparò a suonare l'organo della chiesa osservando l’operato del cantore durante le funzioni religiose.
Divenne talmente abile da sostituire il cantore all’organo quando aveva altri impegni. Inoltre, fece installare un organo nel proprio ufficio e lo suonava come forma di meditazione.

Per poter gestire i contatti di esportazione, Johan August imparò l'inglese e il tedesco da autodidatta.

Quando Johan August fondò la Skogsfors Bruk a Reftele non c’era l’elettricità, così prese in mano la situazione e acquistò un mulino e una segheria con una cascata. Costruì una centrale elettrica che forniva elettricità all'impianto. Dopo alcuni anni, la centrale era in grado di produrre elettricità per l’intera Reftele.

Parole famose: "Nessuna nuova idea dovrebbe essere rilasciata sul mercato fino a quando non è stata testata sul suolo natale."